Entusiastica partecipazione al Master class di scacchi per giovani promesse

Veni non vidi vici! (5-0) Così l’esito della simultanea giocata alla cieca dal GM Imre Hèra (2619 punti ELO) contro i primi 5 classificati al torneo finale disputato a conclusione del Master class che ha avuto luogo dal 18 al 22 luglio al Collegio Papio di Ascona.

Al seminario, tenuto dal GM ungherese coadiuvato per l’occasione dall’istruttore FIDE Milos Milovanovic, hanno partecipato 14 giovani dell’area zurighese tra i quali, 2 statunitensi 1 russo e un bambino prodigio di soli 5 anni proveniente dall’India. Le giovani promesse dello scacchismo ticinese erano rappresentate da: Beniamino Gabaglio, Davide Zani e Francesco Raimondi, nonché da 2 allievi della Scuola Scacchi Collegio Papio promotrice dell’evento e diretta da Saverio De Marchi.

La parte teorica è stata trattata nelle mattinate da lunedì a giovedì ed era dedicata ai temi: – Dalla valutazione della posizione ai processi decisionali che determinano la scelta corretta del piano di gioco – Teoria degli squilibri – Pensiero profilattico – Strutture pedonali . 

Il seminario si è poi concluso venerdì con la simultanea collettiva in cui il GM ha vinto tutte le 19 partite in programma. A questo proposito evidenzio con piacere che i ticinesi sono stati tra gli ultimi a capitolare.

Silverio De Marchi